Responsabile Sponsor: “Stiamo incoraggiando primi anni Per non parlare tra di loro”

Un nuovo anno scolastico è alle porte, e questo significa un intero nuovo gruppo di matricole, freshwomyn, e tutto il resto. Con che arrivano le tipiche conversazioni introduttive: come ti chiami, da dove vieni, cosa dormitorio sei in, ecc, tuttavia, fino a poco tempo, non avevamo mai esaminato criticamente le implicazioni potenzialmente offensive di queste affermazioni.

Ripenso alla mia auto matricola ignorante, due anni fa, a piedi fino a persone che non avevo mai incontrato e dire cose come: “Ehi, come va? Sono Steven. “Al momento, tali dichiarazioni sembrava innocuo dopo tutto, avevo usato una qualche forma di quella frase per presentarmi alla gente per tutta la mia vita. Ma quello che io (e molti altri matricole, freshwomyn, e gli studenti la cui identità non può essere riassunto in una sola parola) si era dimenticato di prendere in considerazione era il fatto che non si può semplicemente presumere che un altro studente parla inglese. Quando questa preoccupazione è venuto in studio gruppo di sponsor della scorsa primavera, il Comitato di Gruppo Sponsor ha promesso di essere più consapevoli del potenziale di comportamento microaggressive che si pone come nuovi studenti vengono a campus.

“Il prossimo anno, abbiamo in programma di implementare alcune nuove strategie per prevenire studenti la cui prima lingua non è inglese dallo sperimentare situazioni potenzialmente imbarazzanti a Pomona”, ha scritto [Nome] -il direttore del gruppo di sponsor del programma in un comunicato ufficiale la scorsa primavera. “I nostri sponsor educare le nuove matricole sui pericoli di assumere i loro coetanei vogliono parlare una certa lingua, e sarà istruire i loro gruppi di sponsor di evitare la comunicazione verbale con gli altri studenti fino a che non conoscono la lingua preferita di ogni studente di conversazione (PLC). Sponsor gruppi discuteranno i loro controllori in Esperanto, il primo giorno di orientamento, poco prima di andare su tutti è pronomi di genere preferite (PGP). “

Gli studenti hanno ritenuto che questo cambiamento di politica è stato un passo nella giusta direzione, ma che molti problemi sarebbe ancora persistono. “Sono contento di vedere Pomona finalmente fare uno sforzo per ridurre i pregiudizi lingua nel campus”, ha detto Kyle Johnson, PO ’16. “Ma ancora non riesce a prendere in considerazione gli studenti che hanno udito difficoltà, o studenti che hanno l’ansia sociale e non amano essere avvicinato da persone che non conoscono. Penso che l’amministrazione ha ancora molto lavoro da fare. “

Durante l’allenamento sponsor nelle settimane precedenti l’orientamento, gli sponsor mettono insieme le loro teste a venire con un modo efficace per eliminare eventuali incontri potenzialmente dolorosi. “Abbiamo pensato una buona attività per aiutarci brainstorming sarebbe raccontare le nostre esperienze come matricole”, ha detto il capo Sponsor Charlie Lu, PO ’17. “E ‘stata una conversazione molto difficile ed emozionante di avere, ma penso che sia stato davvero utile. Le persone raccontavano storie che vanno da persone che si incontrano che erano da stati precedentemente nella Confederazione, per incontrare gli studenti i cui nomi erano simili a quelli di stupratori dai romanzi erano stati costretti a leggere ad alta scuola, per incontrare gli studenti che hanno pianificato di importante in soggetti potenzialmente offensivi . “

“Ho letteralmente rotto a piangere quando ho raccontato la mia storia agli altri sponsor”, ha detto Marissa Smith, PO ’18. “Quando ero una matricola, ho incontrato qualcuno che è stato laureando in arte. Avevo sempre sognato di laureando in arte, ma i miei genitori mi hanno detto che non avrebbero pagato di Pomona 60.000 $ di iscrizione a meno che non mi sono laureata in qualcosa di ‘concreto’ come economia o informatica. Ho ancora male allo stomaco ogni volta che vedo un ‘arte importante camminare in giro nel campus. “

Alla fine, il team di sponsor ha stabilito che, fino a quando hanno avuto modo di conoscere i loro sponsees un po ‘meglio e potrebbe formulare un elenco esaustivo di tutte le cose che potrebbero essere potenzialmente offensivo per ciascuno (che sarà scritto in un libro per ogni primo anno a portare in giro e condividere con chiunque che potrebbero conoscere), sarebbe meglio per i nuovi studenti per evitare ogni contatto con l’altro. “Davvero, quasi tutta la domanda può avere una risposta offensiva”, ha detto Anna Rodriguez, PO ’17, uno sponsor Head. “Per questa ragione, stiamo incoraggiando primi anni di non parlare tra di loro in questo momento.”

(My PLC is English, but yours may not be. If you’d like to read this article in Khmer, please click here.)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *